Con la crisi economica, molti ragazzi si ritrovano senza lavoro o con un impiego instabile e sottopagato, ma con la voglia di voler stabilire la propria indipendenza, soprattutto nel caso delle giovani coppie che hanno voglia di acquistare una casa in cui andare a vivere e, magari, avere la possibilità di formare una famiglia. Per fortuna, ci sono delle agevolazioni nel mutuo sulla prima casa per giovani under 35 che consentono anche a loro di aprire un mutuo venendo aiutati dallo Stato.

Caratteristiche del mutuo under 35

Oltre ai mutui dedicati alle persone disagiate in generale, come, appunto, le giovani coppie, i pensionati o le famiglie con serie difficoltà economiche, esiste un mutuo per under 35 che aiuta i ragazzi a rendere la prospettiva di comprare casa più reale. Quando non si hanno molti soldi, ma si devono comunque pagare delle rate, può diventare difficile adempiere al compito, ma, per fortuna, con questo tipo di agevolazioni nel mutuo sulla prima casa per gli under 35 i ragazzi possono contare su una garanzia che, in casi estremi, arriva a coprire il 50% dei mutui concessi dalle banche. In questo modo, anche queste ultime hanno la certezza di vedersi restituire il debito.

Infatti, uno dei problemi maggiori è che sono pochi gli istituti di credito disposti a concedere un mutuo per under 35. Il motivo è quello descritto precedentemente: con la crisi economica sono pochi coloro che possono vantare di possedere un lavoro stabile e certe garanzie per far fronte a un simile finanziamento. E, in mancanza di queste garanzie, una banca non può far altro che negare l’emissione per tutelarsi.

Requisiti per accedere al mutuo sulla prima casa per i giovani

Grazie a questa agevolazione, viene concesso un mutuo per giovani fino a 35 anni, dedicato alle coppie o alle famiglie monogenitoriali con un figlio minorenne a carico. Inoltre, gli individui richiedenti non devono ricevere un reddito annuo superiore a 35.000 euro (solo la metà può derivare da un lavoro a tempo indeterminato) e, essendo un tasso agevolato per la prima casa, non possono risultare in possesso di altre abitazioni. Tra gli altri limiti ce ne sono alcuni che riguardano l’immobile stesso, il quale non deve avere uno spazio superiore a 90 metri quadri e non deve risultare come abitazione di lusso.

Per permettere questi prestiti agevolati per i giovani sulla prima casa, lo Stato ha creato un fondo di garanzia, di cui parlavamo prima, per rassicurare le banche. Queste possono avervi accesso solamente in caso di difficoltà prolungata nel pagamento delle rate. Prima di arrivare a questo caso estremo, i ragazzi hanno la possibilità di sospendere il mutuo per 12 mesi, in caso di mancato pagamento, senza l’obbligo di pagare alcuna penale.

Il mutuo per under 35 offre anche un tasso agevolato per la prima casa e la possibilità di non dover sostenere ulteriori spese nell’accettazione del contratto.